il 3 Marzo torna Ecosolpop

ecosolpop_web_grandeCome ogni prima domenica del mese ritorna EcoSolPop
Il mercatoNONmercato ECOlogico, SOLidale e POPolare

Domenica 3 marzo  presso SCuP rioccupato
Via Nola, 5 (San Giovanni)

dalle 10.00 alle 19.00

Una sfida per l’ AltraEconomia a Roma

Promuovono Laboratorio Urbano Reset , S.Cu.P

Per info: ecosolpop@gmail.com
I materiali dell’evento li potete scaricare qui
http://ecosolpop.wordpress.com/

Minaccia di sgombero anche al Municipio del Bene Comune di Pisa

Comunicato  Laboratorio Urbano Reset Roma

 

Minaccia di sgombero anche al Municipio del Bene Comune di Pisa

 

 

Abbiamo ricevuto la notizia che la J.Colors, la ditta proprietaria degli impianti e dei locali siti vicino al centro storico di Pisa e da molti anni abbandonati e fortemente degradati, ha iniziato a riaffermare la propria esistenza proprio nei giorni in cui si è svolta una splendida tre giorni di attività culturali e di economia solidale, organizzata da diecine di associazioni e imprese locali che hanno “liberato” l’area facendola risorgere a nuova vita.

RESET esprime tutto il suo sostegno al progetto in via di attuazione, considerandolo di estrema importanza per la vita della città e dei suoi abitanti e molto vicino alle esperienze che stiamo realizzando a Roma in condizioni particolarmente difficili. Ci attiveremmo si da subito per dare massimo  risalto a tutta la vicenda,  impegnandoci a far conoscere i successivi sviluppi aderendo alle iniziative che ci saranno proposte dagli amici del Municipio del Bene Comune di Pisa.

 

Laboratorio Urbano Reset è promosso da :

 

Ass. A Sud, Ass. La Strada, Ass. Nuova Bauhaus, Ass. Reorient, Ass. Solidarius, Energetica soc.coop., FairWatch, Occhio del Riciclone, TERRE coop., Laboratorio Itinerante della decrescita, Comune-info, Ciclofficina Nomade Gazometro

 

Web: https://laburbreset.wordpress.com/

 

 

EcoSolPop confermata il 3 Febbraio L’economia solidale si ama, non si sgombera

banner ecosolpop_febbraio_L’economia solidale si ama, non si sgombera

Il mercato-non mercato EcoSolPop torna domenica 3 febbraio in via Monza 9

Raccolte oltre mille firme in due giorni contro lo sgombero di S.Cu.P!

Solidarietà al Municipio dei Beni Comuni sotto sfratto a Pisa

Location stile londinese, in un altro palazzo abbandonato e fatto rivivere dall’iniziativa di cittadini, associazioni e realtà del quartiere San Giovanni. EcoSolPop, il mercato- non mercato torna in via Monza 9 domenica 3 febbraio, dalle 10 alle 19, resistendo nei fatti allo sgombero dello spazio S.Cu.P!. I numerosi artigiani, protagonisti di Eco.Sol.Pop – grazie all’iniziativa promossa dal Laboratorio Urbano Reset con il collettivo di S.Cu.p! nella nuova occupazione – verranno ospitati al coperto, mentre i produttori agricoli e alimentari, bio e a filiera corta, esporranno i loro prodotti sul terrazzo del palazzo di via Monza 19, anch’esso inutilizzato da anni e restituito al quartiere il 25 gennaio, stesso giorno dello sgombero di S.Cu.P! dallo spazio di via Nola 5.

E’ un modo, questo, molto concreto, per ribadire che il sogno di un’altra economia e socialità partecipata non può essere sconfitto da operazioni securitarie a protezione di interessi privati speculativi, che sottraggono ai quartieri e ai territori, come nel caso recente di S.Cu.P!, decine di iniziative culturali, di aiuto, di pubblico interesse.

L’interesse e l’importanza di queste iniziative è testimoniata dal fatto che, dopo l’ampia presenza in strada, nelle ore dello sgombero di S.Cu.P, di migliaia di persone e abitanti del quartiere di San Giovanni che hanno contribuito alla liberazione del nuovo spazio di via Monza 9, in soli due giorni la petizione online sulla piattaforma Avaaz (http://www.avaaz.org/it/petition/SCuP_di_nuovo_in_Via_Nola_5/) in cui si protesta contro l’avvenuto ha sfondato già il tetto delle mille adesioni. Altra prova della dirompente capacità dell’economia popolare e solidale di dimostrare che un altro futuro, decrescente, felice, libero e autorganizzato sono alla portata di ciascuno di noi spaventi i poteri forti ci arriva da Pisa.

E’ delle ultime ore, infatti, l’attacco contro un altro spazio liberato, il Municipio dei Beni Comuni, che subito dopo aver dato vita a una tre giorni di riflessione e iniziativa politica sulla centralità dei beni comuni, United Colors of Commons, partecipata da centinaia di intellettuali, esperti, attivisti e cittadini di tutta Italia, è anch’esso sotto sfratto e rischia lo sgombero da un momento all’altro.

Contro questo rischio, come contro tutti gli attacchi alla libera costruzione democratica e partecipata di un futuro diverso per tutti noi, il Laboratorio Urbano Reset, scup e le artigiane di Lucha y siesta rilanciano a partire da Eco.Sol.Pop., oltre alla solidarietà nei confronti delle realtà sotto attacco, il progetto di una cantiere condiviso e concreto per lasciarci alle spalle questa economia speculativa e di sfruttamento che ha provocato la grave crisi che ci colpisce e continua ad aggravarla. I caratteri di un’altra economia, che sia allo stesso tempo ecologica, solidale e popolare, si traducono nella molteplicità dei percorsi proposti da EcoSolPop anche la prossima: oltre ai banchi di artigiani e produttori alimentari non mancheranno i momenti di discussione, i laboratori di auto-produzione, le attività per i più piccoli. Di seguito il programma:

h. 10.00 Incontro pubblico (terrazzo) Cittadini, comitati e realtà sociali si confrontano sul futuro di San Giovanni

h. 10.00 -13.00 Sportello infogas come avviare un Gruppo D’acquisto solidale (Lab. Urb . Reset)
h. 11.00 Lezione su lievito madre e preparazione di castagnole al forno per grandi e piccini

h. 10.30 Laboratorio per bambini di costruzione di maschere per carnevale
h. 15.00 Laboratorio per bambini “Esperienziamo”

h. 16.30 Laboratorio per bambini e genitori “Riscopriamo il narrare”

A pranzo abbiamo anche riattivato  l’Hostaria Agli Scuppiatti: cucina tradizionale a prezzi popolari!

Per info: ecosolpop@gmail.com
I materiali dell’evento li potete scaricare qui
http://ecosolpop.wordpress.com/

 

 

Reset: lo sgombero di SCUP conferma che l’Altra economia spaventa l’amministrazione capitolina

Reset: lo sgombero di SCUP conferma che l’Altra economia spaventa l’amministrazione capitolina

Roma, 25 gennaio 2013 – Una delle più grandi speculazioni edilizie nel centro della capitale, fermata da cittadini, giovani precarie e precari, famiglie e associazioni del quartiere San Giovanni . Oltre ottanta persone coinvolte attivamente fino ad oggi
nell’autoproduzione, il volontariato, l’autogestione. Uno spazio di proprietà del demanio, svenduto a una società di comodo e abbandonato per molti anni, in via Nola 5, che torna a vivere e diventa SUP (Sport e cultura popolare), cioè una palestra e un’accademia di capoeira, ma anche un’osteria, una biblioteca, una scuola popolare, corsi di lingua, uno spazio bimbi, uno sportello di consulto psicologico, una web radio. L’incontro con il Laboratorio Urbano Reset (Riconversione per un’Economia Solidale, Ecologica e Territoriale) – promosso da Ass. A Sud, Ass. La Strada, Ass. Nuova Bauhaus, Ass. Reorient, Ass. Solidarius, Energetica soc. coop., FairWatch, Occhio del Riciclone, TERRE coop., Laboratorio Itinerante della decrescita e nato dallo
sgombero della Città dell’Altra Economia all’ex mattatoio, trasformata, da cantiere di alternative a supermercato della green economy – nel dicembre scorso, porta in questo spazio l’altra economia solidale e popolare. Nasce così, nel dicembre scorso, EcoSolPop, un’esperienza di mercato-non mercato mensile ecologico, solidale e popolare che coinvolge oltre sessanta artigiani e produttori, oltre 15 organizzazioni e cooperative, promuove il riuso, il riciclo, lo scambio. Ma l’altra economia, quando è vera, alternativa, soggettività economica, concreta opportunità di reddito per tante e tanti, dà più fastidio dell’abbandono e del degrado. E così stamattina parte lo sgombero che come Laboratorio Reset e organizzazioni promotrici condanniamo come atto sconsiderato e violento di un’amministrazione che continua a colpire le esperienze migliori di autogestione e autoproduzione non asservite ai potentati politici ed economici della città.
Chiamiamo la città a esprimere la sua solidarietà e contrarietà a quest’atto violento e arrogante invitando tutte e tutti alla conferenza stampa che si terrà alle ore 12 a SCUP in Via Nola 5 ( Zona San Giovanni). Chiamiamo la politica cittadina, impegnata a promettere cambiamenti e novità in vista delle prossime elezioni, a dimostrare la propria
volontà di cambiamento in concreto, a partire dalla difesa di un’esperienza come questa di economia e cultura popolare in città, tanto emblematica del cambiamento di passo e di stile di cui la città ha bisogno. Come Laboratorio Reset ribadiamo il nostro impegno a difendere questa esperienza di altra economia a Roma, confermando l’appuntamento con EcoSolPop, il mercato-non mercato che doveva tenersi a Scup domenica 3
febbraio. Troveremo insieme spazi e forme per continuare a condividere con la comunità urbana l’esperienza di un’altra economia, allo stesso tempo ecologica, solidale e popolare.

Il Laboratorio Urbano Reset è promosso da Ass. A Sud, Ass. La Strada,
Ass. Nuova Bauhaus, Ass. Reorient, Ass. Solidarius, Energetica soc.
coop., FairWatch, Occhio del Riciclone, TERRE coop., Laboratorio
Itinerante della decrescita, Cicofficina Nomade Gazometro

Web: https://laburbreset.wordpress.com/

segui tutto su ;
http://comune-info.net/2013/01/roma-sgomberato-questa-mattina-scup

Per il 3 febbraio EcoSolPop non si maschera

locandina_ecosolpop_febbraio_definitiva_800xL’appuntamento mensile con EcoSolPop è alla sua terza edizione, stesso luogo, stessa ora: dalle 10:00 alle 19:00, in via Nola 5 (due passi da san Giovanni), nei locali di S.Cu.P.!, spazio sottratto alla speculazione per essere restituito al quartiere. I caratteri di un’altra economia, che sia allo stesso tempo ecologica, solidale e popolare, si traducono nella molteplicità dei percorsi: oltre ai banchi di artigiani e produttori alimentari non mancheranno i momenti di discussione, i laboratori di auto-produzione, le attività per i più piccoli. Di seguito, il programma della giornata:


h. 10:00 Incontro di formazione per operatori, insegnanti e genitori (Sala Parquet) La morfologia della fiaba di Propp (su prenotazione)

h. 10.00 Incontro pubblico (Cortile) Cittadini, comitati e realtà sociali si confrontano sul futuro di San Giovanni

h. 10.00 -13.00  Sportello infogas come avviare un Gruppo D’acquisto solidale (Lab. Urb . Reset)

h. 11.00  Lezione su lievito madre e preparazione di castagnole al forno per grandi e piccini (Sala mensa / Cucina)

h. 10.30 Laboratorio per bambini di costruzione di maschere per carnevale (Sala Russa)

h. 15.00 Laboratorio per bambini “Esperienziamo” (Sala Parquet)

h. 16.30 Laboratorio per bambini e genitori “Riscopriamo il narrare” (Sala Parquet)

h. 16.30 Spettacolo di burattini per grandi e piccini, a cura dell’Associazione Noidue (Sala 4Colonne) “Una volta c’era”

A pranzo è aperta l’Hostaria Agli Scuppiatti: cucina tradizionale a prezzi popolari!

Tutto il giorno: giochi da cortile e spazio di lettura. Per i laboratori e lo spettacolo è richiesta la prenotazione: spazioaibimbi@gmail.com oppure 3472114778 – 3282130917

Per promuovere evento in Facebook clicca QUI! Per stampare la locandina col programma clicca QUI. Per info: ecosolpop@gmail.com

I materiali dell’evento li potete scaricare qui :http://ecosolpop.wordpress.com/

United Colors of Commons _ dal 25 al 27 gennaio 2013

logoUnitedColorsCommonsUnited Colors of Commons _ dal 25 al 27 gennaio 2013

Municipio dei Beni Comuni

ex Colorificio liberato – Pisa

Sabato 26 gennaio 2013 – dalle 9.30 alle 13

Tavolo di lavoro_  Transitionlab: esperimenti di futuro sostenibile

Abstract
La crisi economica e finanziaria che stiamo subendo si è lentamente trasformata in crisi ecologica e sociale. Il modello di sviluppo dominante, basato sulla competizione, lo sfruttamento delle risorse naturali, la loro mercificazione ed un progressivo indebolimento dei diritti del lavoro sta mostrando i suoi limiti, affiancando ad un disagio sociale crescente un ambiente via via più degradato ed un futuro sempre più incerto. A tutto questo si somma una carenza di visione e di leadership a livello nazionale ed internazionale, a causa di una politica incapace di cambiamento e troppo vicina agli interessi delle elites economiche del pianeta. Per questo diventa necessario
ridare protagonismo ai territori: la transizione ecologica e sociale verso cui dobbiamo tendere, per una società equa, sostenibile e no-carbon, deve mettere assieme intelligenze e forze provenienti dal mondo della società civile e dei movimenti sociali. Nasce così l’esigenza di creare un momento di approfondimento nel territorio di Pisa e limitrofo al fine di mappare, monitorare e supportare le esperienze positive di transizione e distinguerle da mere operazioni di facciata che si risolvono in vacue operazioni di marketing.

Obiettivi:
Le difficoltà che emergono nella realizzazione e nello sviluppo di queste esperienze chiama la politica dei territori ad una nuova responsabilità: la capacità di sostenere il loro fiorire in una visione d’insieme. Capire come si possano sviluppare e rafforzare le varie esperienze per sperimentare una reale transizione del sistema ecologico e sociale nel territorio pisano è un primo obiettivo del tavolo. Inoltre poiché siamo convinti che solo l’esperienza concreta possa rendere fattibile questo processo, chiediamo ai partecipanti di portare una loro priorità, una proposta per lanciare una campagna su un tema specifico che faccia da traino e renda il più reale possibile questo percorso. Progetti concreti, con l’obiettivo immediato di ridurre l’impronta ecologica e ricostruire un tessuto sociale nelle nostre città con la prospettiva di porre le basi di un altro mondo possibile.
Identificare alcune priorità e costituire un gruppo che possa facilitare e sviluppare in una visione d’insieme le varie proposte che verranno dagli altri tavoli sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere sabato mattina nel tavolo di lavoro.

Interventi di:
Alberto Castagnola – Reset Roma
Paolo Cacciari – Cambieresti
Facilitatori e coordinatori:

Alberto Zoratti
Simone D’Alessandro
Fausto Pascali

Link per approfondimenti ed informazioni

Il dossier di Comune.Info – http://comune-info.net/2013/01/coloriamo-la-citta/
Il blog di Altraeconomia – www.altreconomia.it/clima

EcoSolPop il Mercato NONmercato torna il 5 e 6 gennaio a SCuP!

locandinaEcoSolPop il Mercato NONmercato torna il 5 e 6 gennaio a SCuP!

Due giorni di mercato artigiano, del riuso, del riciclo e di produttori biologici e alimentari a km zero. Ma anche uno spazio del baratto, del dono, attivita’ per bambine e bambini e laboratori per organizzare un Gruppo di acquisto solidale, per fare il pane in casa e imparare la decrescita, dei consumi e del pensiero.

A gennaio Ecosolpop raddoppia. Il mercatoNONmercato si ripete il 5/6 gennaio presso gli spazi di SCuP in Via Nola, 5 a Roma in zona San Giovanni.
Si acquista meglio, si gioca, si mangiano i piatti popolari preparati dall’osteria di SCuP, si impara insieme come vivere meglio consumando meno.

Il Laboratorio Urbano per la Riconversione Economica, Sostenibile, Ecologica e Territoriale (RESET), insieme a SCuP (Sport e Cultura Popolare) ed al gruppo di Artigiane di Lucha y Siesta confermano l’appuntamento di EcoSolPop per i giorni della Befana e lanciano un appuntamento fisso tutte le prime domeniche del mese, visto anche il successo della prima edizione svoltasi il 2 dic scorso.
Ma EcoSolPop vuole anche essere un luogo di riflessione con il territorio che vive la crisi ed i cambiamenti da essa determinati. Per questo, sabato 5 gennaio alle ore 10.30 invitiamo la Befana ed i suoi accoliti a schierarsi pubblicamente contro il carbone nel dibattito sulla centrale Enel di Civitavecchia e la favola del carbone pulito.
Vi aspettiamo, è tempo di riconversione!

SCuP Centro di Sport e Cultura Popolare.

Artigiane Lucha y Siesta


Laboratorio Urbano Reset:

Ass. A Sud, Ass. La Strada, Ass. Nuova Bauhaus, Ass. Reorient, Ass. Solidarius, Energetica soc. coop., FairWatch, Occhio del Riciclone, TERRE coop., Laboratorio Itinerante della decrescita.

Segue programma:

EcoSolPop

il mercato Nonmercato

5-6 gennaio 2013

dalle h. 10.00 alle h 19.00

presso SCuP

Via Nola 5, Zona S. Giovanni

Produttori a filiera corta, artigiani del riuso e del riciclo, area di libero scambio, baratto e gratuità, laboratori per bambini e adulti, spettacoli, dibattiti, proiezioni, mostre fotografiche..e.. Osteria degli ScupPiatti!

Programma:


Sabato 5 gennaio

h.10.30-12.30

UNA BEFANA CONTRO IL CARBONE

Enel, Civitavecchia e la favola del carbone pulito

ne parliamo con: Simona Ricotti  (Comitati No Coke Civitavecchia), Medici per l’Ambiente, Greenpeace gruppo locale Roma, Marco Binotto (Ricercatore e professore aggregato, Dipartimento di comunicazione e ricerca sociale La Sapienza);
modera: Lucie Greyl A Sud/ RESET

A seguire verranno proiettati gli Spot dei ragazzi delle scuole di Civitavecchia sul carbone realizzati nell’ambito del progetto di A Sud “Green Emergency” e il cortometraggio “Uno al giorno” ispirato e prodotto da Greenpeace. All’interno degli spazi di SCuP verrà allestita una mostra fotografica realizzata da Greenpeace sugli effetti del carbone sulla salute.

h.15.00

Falla finita apri il GAS!

Laboratorio informativo per la creazione e gestione di un Gruppo d’acquisto.

h.15.30

Per una befana quatta quatta..la calzetta va rifatta!

Laboratorio di creazione della calza per la befana tenuto da Api Operose BisiBiis Laboratorio per mamme e bambini dai 4 anni. Partecipazione a sottoscrizione.

Domenica 6 gennaio

h. 11.00

Facciamo il pane?

Laboratorio di panificazione

h.16.00

Laboratorio sulla decrescita

Il  laboratorio intreccia  teorie e  pratiche, attraverso riflessioni e giochi: il maschile ed il femminile, il razionale e l’istintuale per una inattesa cura del Mondo: uno spazio di investigazione, di azione e di relazioni, alla ricerca  di  nuove matrici che non gestiscano il vivente in funzione utilitaristica e di profitto.

Promuovono: Lab.Urb. Reset, SCuP, Artigiane Lucha y Siesta.

Diffondi evento

https://www.facebook.com/events/138486542969798/?fref=ts

 

 

Per info e adesioni: ecosolpop@gmail.com

Per chi vuole ancora partecipare una breve nota:

Confermarci al più presto la presenza il 5, il 6 o entrambi i giorni.

La quota di adesione per i produttori/espositori è di 10 Euro (che puoi darci anche lo stesso giorno del mercato) e include un buono pasto. Le associazioni e le campagne sono escluse da questo contributo.

Dovete venire con Banco e sedie ( max 2 x3 metri) e gazebo. Il mercato inizia alle ore 10, sarebbe bene veniste per allestire tra le 8.30 e le 9.30.  La tipologia dei prodotti deve rispettare le caratteristiche di sostenibilità ambientale e sociale ( prodotti alimentari a filiera corta partecipata o biologici), artigianato autoprodotto o di riuso/riciclo, prodotti del commercio equo-solidale, abbigliamento usato purché non acquistato da rivenditori. Se piove il mercato si farà al coperto!